Nonostante le avverse condizioni meteo-marine, siamo riusciti a portare a compimento delle buone battute di pesca,  anche se l’impostazione del viaggio, prevalentemente di tipo escursionistico, ha fatto si che pescassi quasi esclusivamente in Solitario.
1° Giorno – Ricerca di Spigole su Basso fondale, in condizioni di risacca. Incontriamo un Occhiata, tipica di questi luoghi, che pero’ solitamente, qui e’ presente, quando la regina non è in attivita’.
DCIM105GOPRO
La cattura e’ stata realizzata con una Aspire Seabass da 2.70m, accorciata a 2.55, per una miglior reazione in ferrata, abbinata ad un TwinPower SW 4000, filo sufix 832 in bobina, ed un MaxRap 17cm, in colorazione idonea per i momenti di bassa luminosita’.
2° Giorno – Sempre durante la ricerca di predatori su basso fondale, (Barracuda, Spigola, Pesce Serra), arriva l’inaspettato ma piacevolissimo incontro con una Palamita di buona taglia, che trasforma tutto in un complicato ed insolito combattimento tra rocce affioranti e buche sommerse.
DCIM105GOPRO
L’attrezzatura impeiegata e’ le stessa, a differenza dell’esca, uno Storm Thunder Minnow da 14cm, che si rivelera’ un ottima esca anche in seguito. Segue una altra Slamata sullo stesso spot.
Data la presenza ormai certa e confermata dei tunnidi sottocosta, si cambia zona, andando a ricercarli ”in casa”, su fondali maggiori. Ore centrali della giornata. Si parte con un Barracuda di piccola taglia.
DCIM105GOPRO
DSC_7631
Dopo averlo accuratamente slamato, verificato il perfetto stato di salute, il pesce torna subito in acqua.  Abbiamo gia’ abbastanza pescato per la grigliata della sera.
DSC_7650cop
 
Dopo pochi lanci arriva cio’ che cercavamo, e dopo lo strike, e’ proprio una ragazza, Samuela, a portare a conclusione, un notevole combattimento con una Palamita di buona dimensione!
DSC02687
DSC_7641copmodpin
Stupore per il gesto, effettuato da una ragazza, che però è chiara testimonianza della possibilita’ anche per una donna, di apprendere e mettere in pratica rapidamente i fondamentali della pesca a spinning, durante un viaggio di pesca.
cop
Continuano le catture, ma da qua in poi, si decide di rilasciare tutti i pesci, quelli catturati sono gia’ abbastanza, il mare e’ stato abbastanza generoso.
test frame.Immagine003
test frame.Immagine002
Giorno 3° –  Cambia il meteo, il mare si alza, gli spot, sono quasi inaccessibili, a causa di onde e forti raffiche di vento frontali. Per pescare servono esche pesanti.
DCIM105GOPRO
DCIM105GOPRO
test frame.Immagine005
Arriva il tanto atteso Barbecue. Altro parte molto interessante di un viaggio di pesca. La possibilita’ di gustare direttamente il pescato, possibilmente seguendo delle ricette, con alla base ingredienti locali, diventa il massimo godimento e soddisfazione per un pescatore sportivo.
DSC_7667cop
DSC_7661
Si conclude cosi’ una 2 giorni, davvero divertente, dove, anche se il buon Tony Sardina non ha partecipato alla realizzazione delle catture, di sicuro ha svolto un importantissimo ruolo nella degustazione degli stessi!…

It’s Winter, a few days after Christmas, weather and sea conditionswe were able to complete some good fishing. Even though we had set out to do a lot of hiking and exploration.
Day 1 – Looking for Seabass, on his favorite bottom type, we meet an ”Occhiata”, a small bad predator of this places! Usually, it’s present when Seabass are not active..
DCIM105GOPRO
Day 2 – During the same search of predators on shallow-water (Barracuda, Bass, Fish Serra), comes the unexpected but pleasant encounter with a bonito of good size, which turns everything into a complicated and unusual fight between outcrops and potholes.
DCIM105GOPRO
Same equipment , unlike the bait, a ”Storm Thunder Minnow 14cm”, which will prove to be an excellent bait during the whole trip. Another unhooked big fish on the same spot, close the early morning session.
The presence of bonito along the coast in confermed, so we change zones, going to search for them ”at home”, in greater depths. Middle of the day. It starts with a small Barracuda.
DCIM105GOPRO
DSC_7631
After carefully unhooked, the fish go back into the water immediately . We already have enough fish for the barbecue in the evening.
DSC_7650cop
 
After a few casts comes that we wanted, and after the strike, it’s a girl, Samuela, to fight and to conclude, a tough fighter with a good size bonito!
DSC02687
DSC_7641copmodpin
Amazement at the result, carried out by a girl, but it is clear testimony of the possibility for a woman to learn and practice the fundamentals of this fishing technique, the spinning, during a fishing trip.
cop
Still catches, but from now on, it was decided to release all the fish, because those caught are already enough, today the sea was too generous.
test frame.Immagine003
test frame.Immagine002
Day 3 –  The weather change , the sea grows, the spots are almost inaccessible due to waves and wind gusts in fronts. To fish, baits need to be heavy..
DCIM105GOPRO
DCIM105GOPRO
test frame.Immagine005
Here comes the long-awaited barbecue. Another very interesting part of a fishing trip. The opportunity to enjoy your catch directly, following the recipes with local ingredients, it becomes the most enjoyment and satisfaction for an angler.
DSC_7667cop
DSC_7661
This moment concludes two days, really funny, where, even if the good Tony Sardina has not participated in the making of catches, for sure has played a very important role in their tasting!!…

Nonostante le avverse condizioni meteo-marine, siamo riusciti a portare a compimento delle buone battute di pesca,  anche se l’impostazione del viaggio, prevalentemente di tipo escursionistico, ha fatto si che pescassi quasi esclusivamente in Solitario.
1° Giorno – Ricerca di Spigole su Basso fondale, in condizioni di risacca. Incontriamo un Occhiata, tipica di questi luoghi, che pero’ solitamente, qui e’ presente, quando la regina non è in attivita’.
DCIM105GOPRO
La cattura e’ stata realizzata con una Aspire Seabass da 2.70m, accorciata a 2.55, per una miglior reazione in ferrata, abbinata ad un TwinPower SW 4000, filo sufix 832 in bobina, ed un MaxRap 17cm, in colorazione idonea per i momenti di bassa luminosita’.
2° Giorno – Sempre durante la ricerca di predatori su basso fondale, (Barracuda, Spigola, Pesce Serra), arriva l’inaspettato ma piacevolissimo incontro con una Palamita di buona taglia, che trasforma tutto in un complicato ed insolito combattimento tra rocce affioranti e buche sommerse.
DCIM105GOPRO
L’attrezzatura impeiegata e’ le stessa, a differenza dell’esca, uno Storm Thunder Minnow da 14cm, che si rivelera’ un ottima esca anche in seguito. Segue una altra Slamata sullo stesso spot.
Data la presenza ormai certa e confermata dei tunnidi sottocosta, si cambia zona, andando a ricercarli ”in casa”, su fondali maggiori. Ore centrali della giornata. Si parte con un Barracuda di piccola taglia.
DCIM105GOPRO
DSC_7631
Dopo averlo accuratamente slamato, verificato il perfetto stato di salute, il pesce torna subito in acqua.  Abbiamo gia’ abbastanza pescato per la grigliata della sera.
DSC_7650cop
 
Dopo pochi lanci arriva cio’ che cercavamo, e dopo lo strike, e’ proprio una ragazza, Samuela, a portare a conclusione, un notevole combattimento con una Palamita di buona dimensione!
DSC02687
DSC_7641copmodpin
Stupore per il gesto, effettuato da una ragazza, che però è chiara testimonianza della possibilita’ anche per una donna, di apprendere e mettere in pratica rapidamente i fondamentali della pesca a spinning, durante un viaggio di pesca.
cop
Continuano le catture, ma da qua in poi, si decide di rilasciare tutti i pesci, quelli catturati sono gia’ abbastanza, il mare e’ stato abbastanza generoso.
test frame.Immagine003
test frame.Immagine002
Giorno 3° –  Cambia il meteo, il mare si alza, gli spot, sono quasi inaccessibili, a causa di onde e forti raffiche di vento frontali. Per pescare servono esche pesanti.
DCIM105GOPRO
DCIM105GOPRO
test frame.Immagine005
Arriva il tanto atteso Barbecue. Altro parte molto interessante di un viaggio di pesca. La possibilita’ di gustare direttamente il pescato, possibilmente seguendo delle ricette, con alla base ingredienti locali, diventa il massimo godimento e soddisfazione per un pescatore sportivo.
DSC_7667cop
DSC_7661
Si conclude cosi’ una 2 giorni, davvero divertente, dove, anche se il buon Tony Sardina non ha partecipato alla realizzazione delle catture, di sicuro ha svolto un importantissimo ruolo nella degustazione degli stessi!…